×

Vuoi essere reindirizzato a uno dei nostri siti esterni e lasciare amgen.it?

ATTENZIONE, STAI LASCIANDO IL SITO WEB DI AMGEN. Amgen Italia non si assume la responsabilità e non esercita alcun controllo su organizzazioni, visite o accuratezza delle informazioni contenute su questo server o sito.

×

Vuoi essere reindirizzato a uno dei nostri siti esterni e lasciare amgen.it?

ATTENZIONE, STAI LASCIANDO IL SITO WEB DI AMGEN. Amgen Italia non si assume la responsabilità e non esercita alcun controllo su organizzazioni, visite o accuratezza delle informazioni contenute su questo server o sito.

Il mondo Amgen

Il mondo Amgen

AMGEN, BIOLOGY FIRST

Da quasi 40 anni Amgen è impegnata a sviluppare il potenziale della biologia per rispondere ai tanti bisogni medici non ancora soddisfatti, mettendo le sue competenze a disposizione dei pazienti affetti da patologie gravi.  

L’approccio di Amgen, rappresentato efficacemente dall’espressione “Biology First”, apre la strada a una ricerca biotecnologica che, avvalendosi di risorse quali la genetica avanzata, si basa sull’analisi approfondita dei processi biologici che regolano le funzioni dell’organismo umano, che provocano le malattie ma che, allo stesso tempo, contengono le potenziali soluzioni.  

La strategia dell’Azienda si fonda sul convincimento che i farmaci innovativi e altamente differenziati – in grado di offrire notevoli benefici clinici quando si devono affrontare le malattie più gravi – possano non solo aiutare i pazienti, ma anche contribuire a ridurre l’impatto economico e sociale delle malattie, grazie a una maggiore appropriatezza delle cure.  

Tra i precursori delle biotecnologie, è oggi leader mondiale con 20.000 dipendenti e una presenza in più di 100 Paesi, grazie a una delle pipeline più promettenti del settore con oltre 30 molecole anche in fase avanzata di sviluppo e un armamentario di ben 13 differenti tipologie di farmaci che vanno dalle molecole di sintesi chimica ai peptidi, dagli anticorpi monoclonali alle cellule CAR-T fino all’immunoterapia oncolitica. Amgen è impegnata ad offrire soluzioni terapeutiche per malattie con limitate opzioni di trattamento, in alcune delle più importanti aree, quali: oncologia ed ematologia così come cardiovascolare, osteoporosi, nefrologia, reumatologia e malattie infiammatorie.

SCIENZA E INNOVAZIONE

Per Amgen, società nata sull’onda delle grandi scoperte nell’ambito della genetica, innovazione è la capacità di tradurre queste stesse scoperte in trattamenti di alto valore terapeutico, a beneficio dei pazienti. Amgen ha contribuito a stabilire e migliorare la comprensione di alcuni processi patologici da parte della comunità scientifica. Grazie a questo approccio, Amgen è stata in grado di sviluppare soluzioni terapeutiche altamente innovative, caratterizzate da meccanismi d’azione unici. Tra questi, gli anticorpi bi-specifici della piattaforma BiTE®, che agiscono legandosi contemporaneamente a due bersagli, le cellule T del sistema immunitario e le cellule B maligne, potenziando la capacità del sistema immunitario stesso di riconoscere le cellule maligne e combatterle. Il primo farmaco realizzato grazie a questa piattaforma, blinatumomab, si sta dimostrando particolarmente efficace nel combattere la leucemia linfoblastica acuta, patologia rara fino ad ora orfana di opzioni terapeutiche soddisfacenti.  

Questi obiettivi sono stati raggiunti grazie al profondo impegno di Amgen nel costruire una cultura che abbracci scienza e innovazione, che continua a plasmare ancora oggi l’attività dell’Azienda. 

L’IMPEGNO PER I BIOSIMILARI 

In Amgen il concetto di innovazione è fortemente connesso a quello di sostenibilità. Nella convinzione che l’innovazione porti valore alla collettività, l’impegno dell’azienda è rivolto a far sì che i risultati della propria R&S siano accessibili a chi ne ha bisogno, salvaguardando allo stesso tempo le esigenze di stabilità finanziaria dei sistemi sanitari.

Nasce da questo approccio l’impegno crescente di Amgen nell’area dei biosimilari, farmaci in grado di assicurare alto valore terapeutico in un quadro di sostenibilità. Il rafforzamento in questo settore, che richiede un focus particolare sulla qualità e sull’efficienza dei processi, dalla ricerca alla produzione, rappresenta un’ulteriore tappa nel percorso che Amgen sta effettuando per consolidare il proprio ruolo di azienda best in class nelle biotecnologie. La pipeline nei biosimilari conta ben 10 molecole, alcune delle quali presto disponibili per i pazienti, con terapie che hanno cambiato la storia del trattamento di alcune tra le patologie più gravi in aree terapeutiche come l’oncologia e l’immunologia.