×

Vuoi essere reindirizzato a uno dei nostri siti esterni e lasciare amgen.it?

ATTENZIONE, STAI LASCIANDO IL SITO WEB DI AMGEN. Amgen Italia non si assume la responsabilità e non esercita alcun controllo su organizzazioni, visite o accuratezza delle informazioni contenute su questo server o sito.

×

Vuoi essere reindirizzato a uno dei nostri siti esterni e lasciare amgen.it?

ATTENZIONE, STAI LASCIANDO IL SITO WEB DI AMGEN. Amgen Italia non si assume la responsabilità e non esercita alcun controllo su organizzazioni, visite o accuratezza delle informazioni contenute su questo server o sito.

In ascolto dei pazienti

Ora pOSSO




Una paziente su 4 con tumore al seno è costretta ad affrontare la fragilità ossea, uno degli effetti collaterali più frequenti delle terapie ormonali adiuvanti. È nata così “Ora pOSSO, le donne con tumore al seno contro la fragilità ossea”, una campagna creata per sensibilizzare le donne su questa patologia, che compromette la qualità delle ossa, aumentando così il rischio di fratture. Realizzata da Amgen in collaborazione con Europa Donna Italia e con l’egida di F.I.R.M.O. (Fondazione Italiana Ricerca sulle Malattie dell'Osso), Ora pOSSO è stata ispirata dalla forza stessa delle pazienti, dalla loro volontà di lottare contro una malattia che ha un forte impatto sulla qualità della vita e sulla sfera affettiva, emotiva, sociale, coinvolgendo i principali gruppi Facebook, insieme alla pagina di Europa Donna Italia, che raccolgono le donne affette dal tumore al seno. L’ascolto delle loro storie è stato il punto di partenza per disegnare una campagna comprensiva delle reali esigenze di chi, già trovandosi a dover lottare contro un tumore, vuole proteggere la salute delle proprie ossa, che ha permesso, grazie all’utilizzo dei social, di coinvolgere migliaia di donne. Ora pOSSO, che tutti possono sostenere, visitando il sito www.oraposso.it o seguendo la pagina Facebook di Europa Donna Italia, riflette inoltre l’impegno di Amgen a identificare i fattori predittivi di possibili patologie e i rischi per i pazienti così da poterli prevenire.

Se vuoi leggere il comunicato stampa relativo all’ultima edizione di OrapOSSO, clicca qui.